Milano Pietre d'inciampo

Un mosaico geolocalizzato per non dimenticare

Insieme per la Memoria

Un progetto per seminare Memoria ed estirpare odio e violenza: questa la premessa delle Pietre d'Inciampo, un’iniziativa nata nel 1992 da un’idea dell’artista tedesco Gunter Demni. L’obiettivo è quello di incorporare nel selciato stradale di diverse città europee dei blocchi in pietra, delle dimensioni di un sampietrino, ricoperti da una piastra di ottone. Le stolpersteine sono collocate nei pressi delle abitazioni delle vittime deportate nei campi di concentramento e di sterminio nazisti; su di esse sono incisi il nome della persona, l'anno di nascita, la data e il luogo di deportazione.

L’"inciampo" è fisico ma, soprattutto, mentale ed emotivo:
l’intenzione è depositare nel tessuto urbano una memoria che non può (e non deve) essere perduta, perché chiunque vi si imbatta, anche casualmente, sia invitato a riflettere. Bolzano, Genova, Milano, Siena, Torino, Venezia... Noi di Weglint abbiamo voluto creare un percorso interattivo che segnali le Pietre d’Inciampo, rendendole memoria viva e compagne dei nostri passi.

Ma soprattutto vorremmo creare delle pietre d'inciampo digitali per ricordare tutte le storie che ancora non sono state raccontate. Così, quando sarete in una strada per ascoltarne la voce, anche queste persone vi parleranno di sé.

Noi ci mettiamo la tecnologia, voi, i ricordi.
Insieme. Per le memoria.

raccontaci la tua storia


Pietre d'Inciampo Gunter Demni stolpersteine


QUI ABITAVA A MILANO