Academy

La proposta iniziale di Weglint è stata indire il contest Weglint Academy, un bando di concorso artistico promosso a Milano e a Roma indirizzato a tutti gli studenti universitari italiani.

Per partecipare era necessario realizzare un video che raccontasse un particolare di Roma o Milano e geolocalizzarlo. Una giuria ha scelto i video migliori premiandoli con un compenso in denaro.

Il punto di partenza fornito ai partecipanti erano gli "incipit", tracce di storie legate al territorio milanese e romano che fungessero da ispirazione per la realizzazione di un glint. Tutti gl incipit sono stati realizzati da un team di Weglint composto da laureandi che hanno partecipato all'attività in modalità di tirocinio curriculare: gli "storyminers".

Si è così riscontrato come i partecipanti al primo contest avessero proposto format di racconto molto diversi tra loro per raccontare le loro storie, suggerendo sguardi inediti e prospettive nuove da cui guardare la propria città.

Alla luce di queste considerazioni, Weglint ha deciso di compiere un passo ulteriore: far si che fossero gli stessi storyminer a porsi nei panni di un utente tipo e realizzare dei video. Toccava, dunque, ai membri di Weglint raccontare la propria città, ponendo l’accento sulla componente emotiva, importantissima per narrare luoghi o situazioni tramite uno sguardo inedito e personale.

 

L'esperienza di Chiara

Storyminer dell'università Statale di Milano

 

In questi anni Weglint è stato un processo in divenire, un trovare sempre nuove risposte alle domande e alle sfide che, di volta in volta, il progetto presentava. Trovare la soluzione giusta non è stato semplice, nonostante ciò si è creato un team di lavoro in cui collaborazione e rispetto sono stati gli ingredienti principali per un ottimo lavoro di squadra.

Inoltre Weglint ha aperto le porte a studenti universitari, come me, molti dei quali con una limitata (se non nulla) esperienza nel mondo del lavoro offrendo la possibilità di sperimentare qualcosa di innovativo e che, allo stesso tempo, fosse volto a rivalutare il nostro ricco, e troppo spesso non valorizzato, patrimonio artistico, storico e culturale.




100% WEGLINT