cicciopasticcio3

Ancona e il suo promontorio un gomito di terra aIn greco che si spinge e si protende con forza verso il mare come per conquistarlo O forse solo per difendersi dai suoi artigli verdi e azzurri in un eterno abbraccio che segna nel profondo tutta la sua esistenza Qui dove giungono le ultime propaggini Rocciose del Conero molto tempo della memoria e della scrittura l'uomo ha trovato conforto e riparo in questo. Due piccoli filariParalleli e si sfidano a spingersi sempre più avanti verso il mare uno più interno con il colle astagno a fare da capofila e l'altro in bilico sul mare dominato dal guasto sono che forma il promontorio a picco sul mare ed incastonano il golfo nel quale nel 387 avanti Cristo nacque Ancona

CONDIVIDI LA PAGINA!