Museo delle anime del purgatorio

Via Ulpiano, 29, 00193 Roma, Italia

La chiesa del Sacro Cuore del Suffragio fu edificata nel 1890 su di un terreno acquistato da Don Victor cioè missionario Marsigliese dell'associazione del Sacro Cuore di Gesù per il suffragio delle anime del Purgatorio nel 1897 Pochi anni dopo la sua costruzione scoppiò l'incendio nell'edificio e una piccola cappella dedicata alla Vergine del rosario buddista tra le tracce lasciate da l'incendio dietro all'altare Victo e di riconoscereDomanda espressione infelice la manifestazione lo spinse a credere che l'anima di un defunto in pena e condannata al Purgatorio volesse mettersi in contatto con i vivi colpito dall'avvenimento deciso di viaggiare nel resto dell'Europa per cercare documenti e testimonianze di fatti analoghi riuscì a raccogliere parecchio oggetti provenienti Quindi no ma anche dalla Francia dal Belgio e dalla GermaniIl materiale raccolto il cui reperto più antico risale al 1637 ho esposto nella Sacrestia della chiesa e alla collezione fu dato il nome di museo Cristiano dell'oltretomba i documenti conservati dimostrerebbero che i defunti dovendPeriodo del regno ultraterreno nel Purgatorio allo scopo di purificarsi dai loro Peccati cercherebbero di attirare l'attenzione dei vivi per chiedere il loro preghiere messe di suffragio affinché sia facilitato il loro passaggio in paradiso da collezione Flou incrementata dal fondatore con la benedizione di San Pio decimo convinto Quest'ultimo che la collezionChiamare i fedeli ai loro doveri cristiani nei confronti dei defunti per raccolta subito un drastico ridimensionamento anni dopo la morte di don Victor avvenuta nel 1912 nel 1921 Infatti padre gremigni l'allora responsabile della chiesa vuole ridurre l'esposizione a quelli ritenuti Indiscutibilmente autenticUna minore pubblicità la collezione conservata in un'unica sala presso La Sacrestia della chiesa del Sacro Cuore dove sono raccolti Cimeli e foto che documenta rebbero le manifestazioni ultraterreni delle anime dei defunti tra cui un libro di preghiere in cui si riconoscerebbe il impronta di una mano impressa su una pagina delle impronte infuocatScalari e sulla camicia della badessa Isabella Fornari la federa di un cuscino in pressappoco dall'anima di una suora morta di tisi nel 1984 e molte altre reliquie una delle reliquie con le impronte più nitide e la camicia da notte appartenuta a Giuseppe le le dico Deck che reca impressa sulla manNatura della mano della madre morta 25 anni prima la defunta apparve al cospetto del figlio durante la notte rimproverandolo per la vita dissoluta che stava conducendo e per il fatto di averla dimenticata nelle sue preghiere e figlio rimase così colpito dalle parole dello spettro da dedicarsi dall'ora in poi alla chiesa tornando sulla retta via otturatore di santità

CONDIVIDI LA PAGINA!