QuartoPaesaggio

Autore: Donatella RonchiLa storia d’amore dello storico glicine di via Ferrante Aporti 79 ha inizio nei primi anni ‘60 e prosegue fino ai giorni nostri grazie all’Associazione FAS e Legambiente che lo hanno salvato, tutelato ed infine adottato. Piantato dal Sig. Umberto Montanelli (cugino del giornalista Indro) in occasione del matrimonio con la Sig.ra Valeria Busetti di fianco all’Oliera Montanelli considerata la più grossa rivendita d’olio della città e situata, appunto, nel Magazzini Raccordato di via Ferrante Aporti 79. La coppia acquistò casa subito dopo il matrimonio, in via Ferrante Aporti, proprio di fronte al glicine e la Signora Busetti abita ancora li. E’ grazie a Carmen Franchina (socia dell’associazione FAS Gruppo Ferrante Aporti Sammartini) che il FAS scopre la storia del maestoso glicine che, incuriosita, chiede al custode del suo palazzo se conosce la storia e viene a sapere che abita proprio nello stesso palazzo della Sig.ra Valeria. Quindi Fas e Legambiente iniziano ad adoperarsi affinché il glicine mantenga tutta la sua bellezza ed inizia il percorso di richiesta di tutela e successivamente di adozione (2016). Per la tutela si procede a creare una piccola delimitazione alla base della pianta e durante i lavori di ripulitura delle facciate dei Magazzini Raccordati, grazie alla collaborazione gratuita con il giardiniere Manuel Bellarosa e la sensibilità degli uomini di RFI, il glicine viene staccato dal muro, potato, impacchettato e, a fine lavori, ancorato al muro del Magazzino nr.79. Lo scorso anno (2016) l’associazione FAS e Legambiente ne chiede l’adozione con l’obbligo di potatura annuale. A Febbraio 2017 viene fatta la prima potatura e abbiamo ricevuto due grandissimi aiuti per questa giornata: la ditta Merli, che ha sede nella zona, ci ha offerto il mezzo con cestello elevatore per raggiungere tutta l’altezza della pianta, manovrato dal conducente Gero con destrezza e disponibilità. E la potatura è stata svolta dal #raccontailtuoalbero

CONDIVIDI LA PAGINA!