Dodici Porte

La Basilica di San Petronio è una 45 chiese più grandi del mondo è bellissima visitarla perché piena di segreti e di misteri che gli stessi bolognesi non conosc invia sempre precisare che è la chiesa voluta dal Consiglio dei seicento del Comune di Bologna che ha il 1300 fece questa Basilica per onorare Petronio è il patrono della città perché la cattedrale è San Pietro mentre la basilica è una specie di teatr sulla città dove sono successe milioni di cose nei secoli è una chiesa continuamente in divenire e il lavori e lavori mettono le radici nel passato fino a quando doveva diventare addirittura più grande di San Pietro a croce latina con questo plastico dell'architetto perché ancora conservato nel museo questa chiesa dicevo in divenire è un po' lo specchio della citt siccome la visita di quest'anno è dedicata proprio a Petroni non potevamo non venire nella cappella di San Petronio con don Riccardo che l'ha studiata perfettamente e la sa meglio di me perché io non sono una guida lui lo storico dell'arte oltre che un prete Allora la cappella di San Petronio perché ha questo significato così importante Vabbè è facile dirl caratteristiche particolari che per secoli intanto buongiorno buongiorno buongiorn ma per quattro 500 anni prima di venire qui è stato nella chiesa di Santo Stefano e quando hanno scoperto le reliquie poi hanno deciso nel 1740 il famoso papà Lambertini di quello del Cardinale Lambertin la basilica in una cappella molto bella però soltanto il capo il Sacro capo che è custodito in questo bellissimo reliquiario del 1743 ed è a Bologna costruì molti edifici sacri c'è quel suggestivo complesso di monumenti che i bolognesi chiamano le 7:00 e intorno alle 7:0 costruire un intero quartiere ai immagine di Gerusalemme e dei suoi santuari per meglio proporre al popolo a devozione per i sacri misteri prima delle chiese però San Pietr le case dei Bolognesi lavorando con le copie Naturalmente se no già da allora ciccia e Intorno alle case aveva allargato e rinforzato la cerchia delle Mura cittadine nonostante la Soprintendenza ai beni culturali di loro diceva che non si poteva perché non stava bene perché non si sa perché come adesso e la sua vita era particolarmente intensa presso una comunità di monaci contemplativi dopo la morte del grande vescovo bolognese si perdono le tracce la sua figura è controversa c'è addirittura chi dice che non sia mai esistito

CONDIVIDI LA PAGINA!