aleikki

Passando per Trinità dei Monti ricadrà all'occhio una fontana un po' particolarSento una palla di cannone per sapere la storia dobbiamo tornare al 1656 la storia ha come protagonista la regina Cristina di Svezia che dopo la sua abiura si è trasferita a Roma la regina passava molto tempo a Castel Sant'Angelo era famosa per il suo carattere particolare era scoppiettante come un'amazzone molto AudacUna mattina del 1656 la regina aveva un appuntamento a Villa de Medici col pittore Ciao È veramente dovevano andare insieme a caccia la regina però era in ritardo e non so come avvisare pittore che non ebbe un'idea geniale la regina si recò su in cima a Castel Sant'Angelo Dove siete infatti aveva promesso al pittore che avrebbe bussato alla sua porta Allora convenuta per cui penso che ha voluto bussare con una cannonata e così la donna costrinse le guardie utilizzare il cannone e loIl luogo dove ho appuntamento col pittore parti la prima cannonata e manca il bersaglio la seconda cannonata di nuovo il fine partita terza cannonata che andò a colpire il portone di Villa Medici la regina voleva semplicemente bussare ma il pittore non credo che la prese bene ad ogni modo nessuno Riprovo ma il danno infatti ancora oggi possiamo vedere il segno dalla porta quello ilCentro la palla di cannone a fine messa al centro dellTi ricordo di questa storia altri invece che la regina aveva un'amicizia speciale Col Cardinale Azzolino con il quale spesso si vedeva scaturendo pettegolezzi Quel giorno si erano dati appuntamento per andare a casa ed erano già in mezzo accordo la regina colpi con il cannone il portone di Villa Medici perché il cardinale non si era mutamento Fatto sta che in un modo o nell'altro la regina Cristina di Svezia lascia un segno a Roma quindi se vi trovate da queste parti andate a cercare la palla e guardare il segno del portone ora sapete la storia

CONDIVIDI LA PAGINA!