Mauro Pocci

Come ogni anno nel giorno di Pasqua si rinnova a Firenze lo spettacolare evento dello scoppio del carro un appuntamento dal fascino irresistibile per gli abitanti della città come per i turisti ma è scoraggiati nemmeno da un clima e da condizioni meteorologiche non favorevoli Come si sono verificate questa la mattina di Pasqua il carro affettuosamente chiamato dai fiorentini il brindellone parte della sua sede da poco restaurata in via del Prato trainato da splendidi buoi Bianchi di razza chianina con corna ornate di fiori e zoccoli dorati dopo aver attraversato lentamente tutto il centro di Firenze tra due ali di folla giunto in piazza del Duomo si posiziona il Battistero di San Giovanni lato Porta del Paradiso è l'ingresso del Duomo in un. Tra il carro ed una colonna di legno posta sempre maggiore viene teso un cavo metallico che attraversa tutta la navata e sul quale una volta dato fuoco alle micce correrà La Colombina il primo di questi carri molto più piccolo e semplice dell'attuale viene fatto costruire dalla famiglia pazzi per il trasporto del Fuoco quello in uso oggi a circa due secoli e viene continuamente restaurato perché ogni anno deve sopportare un numero incredibile di esplosioni la mattina Giunti nell'ottagono sotto la cupola del Brunelleschi ha così inizio la messa Pontificale che si sorprenderà al canto del Gloria quando al suono delle campane viene accesa la miccia che farà partire La Colombina Bianca dando inizio alla assordante fumoso e colorato scoppio del carro tra le grida e gli applausi della folla È fondamentale che la Colombina di fuoco alle polveri del brindellone e possibilmente compie il percorso altare Carlo e ritorno senza problemi questo secondo la tradizione significherà per la campagna un anno propizio di abbondanti raccolti per la cronaca quest'anno La Colombina si è arrestata prima del previsto durante il ritorno a pochi metri dall'arrivo ma dopo aver fatto il suo dovere innescando le polveri per il pirotecnico scoppio del carro

CONDIVIDI LA PAGINA!