scoprendo

Ciao a tutti alle mie spalle l'antica basilica virginum che magari voi conoscete con il nome un po' più moderno di San Simpliciano secondo la tradizione è una delle quattro basiliche che Sant'Ambrogio vuole costruire al di fuori della cerchia urbana della sua Milano in realtà non ci sono testimonianze certe che ci permettono di attribuirla all'opera del Santo Patrono in ogni caso questa basilica è qui dal IV secolo dopo Cristo e in questo periodo di tempo di cose ieri sono successe veramente tante non sempre piacevolissime ad esempio nel XIX secolo l'architetto a lui se ti ha stravolto completamente partito per rifare soltanto l'altare che oggi in seguito al suo lavoro potete ammirare nella bellissima nuova veste neoclassica la luce ti si è fatto prendere un tantinello la mano e ha stravolto completamente all'interno arrivato perfino a cambiare la forma dei piloni romanici stravolgendo la è arrivato a intonacare le pareti affrescate sole a strisce bianche e azzurre cercando di imitare lo stile delle basiliche toscane anche prima dell'opera di Attila Luisetti le cose non erano stati proprio facilissime per questa basilica basti pensare che nel XVI secolo don Ferrante Gonzaga governatore dello Stato di Milano e della città di Milano per conto di Carlo V fece scorciare il campanile di 25 metri perché secondo lui era inappropriato che fosse così alto è quasi in compresse sul Castello Sforzesco in cui lui abitava gli uomini ei loro problemi con le misure l'arte e la storia possono non bastare comunque a descrivere San Simpliciano a questa basilica infatti legato a una delle più antiche leggende della città di Milano e il 29 maggio 1100 76 i milanesi sta battendo a Legnano contro lui di Federico Barbarossa imperatore di Germania quando accade un prodigio i tre martiri sepolti in questa basilica Sant'Alessandro San Sisinio e SAN martirio si levano dai loro sepolcri assumono la forma di 3 candide colombe e si recano sul campo di battaglia posandosi dolcemente sul Carroccio i milanesi rinvigoriti da questo prodigio. di avere a parte la benedizione dell'Onnipotente impiegano nuove energie mettono nuova Lena nel combattimento evincono quella che è in assoluto una delle battaglie più importanti per la loro libertà nel Medioevo in ricordo di questi straordinari eventi per lungo tempo a Milano il 29 maggio anniversario della battaglia un volo di colombe veniva restituito alla città è sempre in ricordo dei Tre Martiri che con il loro appoggio hanno assicurato la vittoria un mosaico gli è stato dedicato deposto nella moneta al di sopra della porta alle mie spalle ancora qui potete vedere tutti e tre insieme Alessandro martirio e Sicilia arte e storia e leggenda quindi si intrecciano a San Simpliciano bastano come motivi per venirlo a visitare

CONDIVIDI LA PAGINA!