Andrea Rui

Qui di fronte al Sacello di San Satiro cominciava la contrada dei tre Re poi diventata via tre alberghi che passando per il bottonuto permetteva di raggiungere le contrade di Pantano e di Chiaravalle il bottonuto era un'antica Pusterla altomedievale che si apriva nelle mura romane la cui torre è ancora riconoscibile nelle fotografie scattate prima della demolizione i due piccoletti seguivano il tracciato delle fortificazioni la parola bottonuto deriverebbe da bottino ovvero imboccatura di una fogna a ricordo della realizzazione di un'opera idraulica costruita intorno alla metà del primo secolo dopo Cristo che prese il nome di amarti un bagno pubblico e che venne portato a termine in occasione del prosciugamento del laghetto che occupava l'attuale via Larga che diventa un brodo cioè un'area verde

CONDIVIDI LA PAGINA!