Stanze della Duchessa, l'allure di Parigi a Palazzo Rosso

Civico, Via Garibaldi, 18, 16124 Genova GE, Italia  

Città Metropolitana di Genova

Un angolo di Parigi Genova l'elegantissima cinquecentesca Strada Nuova ora via Garibaldi E all'ultimo piano di Palazzo Rosso Dov'è il museo civico aperto nuovi affascinanti spazi espositivi appena restaurati con il contributo della compagnia di San Paolo a Re di quadri stoffa volume arrivano degli anni Parigini della Duchessa di Galliera che alla fine della sua vita il destino al palazzo genovese dei Brignole sale dove era nata proprio qui da Antonio Brignole sale da Artemisia negrone nasce nel 1811 Maria che sarà poi Duchessa di Galliera alle nostrÈ nata in Queste stanze Queste stanze sono state appena restaurati si era alzata danneggiate dalla guerra e devo dire che le foto che abbiamo di prima della guerra dimostrano che non avessero particolare i pregi E qui la famiglia ha bisogno del sale si era ritirata vivere e grosso modo nella prima metà dell'800 avendo mamma hanno destinato al palazzo ad altre funzioni anche nobilissime come quella. di Visitare la galleria di quadri che per loro già questa generazione era considerata più un museo di proprietà privata ma un museo non le stanze in cui in cui vive nella stessa sala i ritratti della Duchessa di Galliera dei suoi genitori Antonio Brignole sale e Artemisia Negroni di sua sorella maggiore Luisa e del figlio Filippo perché è vero tutti i ruoli determinati Palazzo Rosso la città ispirata dalle intenzioni del padre Luisa Brignole sale a sua volta i fatti con il proprio testamento Industrie poi anche alla sorella Duchessa di Galliera a donare insieme al figlio Filippo il palazzo a Genova nel 1874 interessamento della sorella richiede esplicitamente che palazzo rosso sia visitabile almeno qualche giorno a settimanIntendendo con questo la visita al museo alla galleria sia alla biblioteca e delle due te che ap. facciamo la nostra prossima tappa prima di guardare e di vedere Ammirare le stanze interne certo Nel senso che abbiamo ricostituito proprio in questi spazi alcuni degli scaffali e il bellissimo tavolo da biblioteca. Torre da Antonio al ebanista inglese a ripetersi che lavorava a Genova in quegli anni andiamo a vedere da vicino

CONDIVIDI LA PAGINA!